Donare il sangue

DONARE IL SANGUE SALVA LA VITA

Donare il sangue richiede solo 1 ora, ma l’aiuto dato è infinito. Donare il sangue è un semplice gesto di solidarietà!

La donazione di sangue è un’esperienza ricca che pone donatori e riceventi al centro di una dinamica di condivisione. È un atto di cittadinanza e di solidarietà che consiste nel raccogliere il tuo sangue in un centro di donazione di sangue o in un luogo di raccolta mobile. Una donazione di sangue permette di raccogliere globuli rossi, plasma e piastrine.

Ad oggi, non esiste un sostituto del sangue umano. La donazione di sangue è essenziale per il trattamento di alcune malattie.

COME FUNZIONA LA DONAZIONE DI SANGUE?

Si può andare a centro trasfusionale elencato qui in basso. Un volta giunto al centro, le verrà chiesto di compilare un questionario medico. Verrà poi sottoposto a un colloquio medico confidenziale per valutare se la donazione sarebbe sicura per lei o per il ricevente, in base a:

  • il suo stato di salute ;
  • la sua storia medica e chirurgica
  • farmaci che sta prendendo o che ha preso
  • ultimi viaggi intrapresi;
  • o qualsiasi comportamento che potrebbe essere considerato rischioso per il ricevente.

Una volta che il medico ha dato la sua approvazione, sarete invitati a donare il sangue. Vengono prelevati 450ml di sangue ed un ulteriore campione non superiore a 30 ml per i controlli sierologici.

La donazione di sangue generalmente dura intorno i 10 minuti. A questo si deve aggiungere il tempo per il colloquio medico pre-donazione, così come per lo spuntino e il periodo di riposo dopo la donazione. In totale, la donazione di sangue dura intorno ai 45-60 minuti.

Un piccolo consiglio: prima di arrivare alle unità di sangue, mangia leggero e resta ben idratato!

DOVE DONARE IL SANGUE? ELENCO DI TUTTI I PUNTI DI RACCOLTA!

Trova l’ubicazione di tutti gli stabilimenti di sangue nazionali per donare il tuo sangue, plasma e piastrine.

 

Donare il sange vicino a me

QUALI SONO LE ASSOCIAZIONI DI DONATORI DI SANGUE IN ITALIA?

CHI PUÒ DONARE IL SANGUE?

Chiunque tra i 18 e i 70 anni, che pesi più di 50 kg e che sia riconosciuto idoneo dopo il colloquio pre-donazione, può donare il sangue.
Dopo i 60 anni, la prima donazione è soggetta alla valutazione di un medico presentando un elettrocardiogramma (ECG) effettuato negli ultimi 12 mesi.
Se la prima donazione avviene tra i 65 ed i 70 anni, è necessario avere un elettrocardiogramma effettuato negli ultimi 6 mesi.

Inoltre, devi essere in buona salute al momento della donazione. Non puoi donare se hai un raffreddore, un’influenza, un mal di gola, un mal di pancia o qualsiasi altra infezione.
Non dovresti donare il sangue se non hai il livello minimo di emoglobina richiesto per la donazione di sangue. Un test sarà somministrato nel luogo della donazione. Il livello di emoglobina deve essere di almeno 12,5 g/dl per le donne e di almeno 13,5 g/dl per gli uomini.

OGNI QUANTO TEMPO SI PUÒ DONARE?

Per le donazioni di sangue intero: gli uomini hanno possono donare massimo 4 volte l’anno, mentre le donne in età fertile possono donare massimo 2 volte l’anno. L’intervallo minimo tra due donazioni deve essere di 90 giorni. È possibile donare con maggiore frequenza plasma e piastrine.

IN QUALI SITUAZIONI VIENE TRASFUSO IL SANGUE?

  • Situazioni di incidente: in situazioni di emorragia causate da vari tipi di incidenti (incidenti stradali, situazioni di emergenza, ecc.).
  • Chirurgia o parto: dopo un intervento chirurgico o durante alcuni parti.
  • Per le persone sottoposte a chemioterapia o anemia.
  • Malattie genetiche: per i pazienti che soffrono di alcune malattie genetiche che colpiscono i globuli rossi e che hanno bisogno di trasfusioni di sangue per tutta la vita.

ALCUNI CONSIGLI PRIMA DI DONARE IL SANGUE

Generalmente, i consigli pratici da seguire per garantire che la donazione avvenga nelle migliori condizioni possibili sono:

  • Assicurarsi di essere in forma: non donare quando ti senti stanco o con dolori.
  • Evitare di venire a stomaco vuoto: opta per una colazione leggera.
  • Restare idratato: bevi acqua o succo di frutta prima e dopo la donazione.
  • Evitare le bevande alcoliche nelle ore che precedono la donazione.

I GRUPPI SANGUIGNI

Gli antigeni che identificano le cellule del sangue, sono i sistemi ABO e Rh. Questi definiscono la compatibilità e l’incompatibilità del sangue tra il donatore e il ricevente.

Il sistema ABO assegna ad ogni individuo una lettera che caratterizza il suo gruppo sanguigno: A, B, AB o O. Il sistema Rh determina se sei Rh positivo o negativo.

I gruppi sanguigni esistenti possono essere classificati nel modo seguente:

  • 0 positivo / 0 negativo
  • A positivo / A negativo
  • B positivo / B negativo
  • AB positivo / AB negativo

Compatibilità dei gruppi sanguigni

Le persone di gruppo O-, conosciute anche come “donatori universali”, possono dare i loro globuli rossi a qualsiasi ricevente. Questo gruppo è utilizzato principalmente in situazioni di emergenza.
Al contrario, le persone con gruppo AB+ sono i “riceventi universali”, possono ricevere sangue, globuli rossi, da tutti i gruppi sanguigni.

Per garantire la sicurezza del ricevente durante una trasfusione, è essenziale rispettare le regole di compatibilità secondo i gruppi sanguigni e il tipo di prodotto: globuli rossi, piastrine o plasma. In caso di incompatibilità, il sistema immunitario del ricevente riconoscerà la presenza di sostanze, “antigeni”, che gli sono estranee, il che può portare al rigetto dell’emocomponente e a un peggioramento delle condizioni del paziente.